Massimo Angelelli

Massimo Angelelli

Responsabile area "Social Marketing & SEO"

Profilo Google+

La NDesign ha recentemente curato la messa online la nuova versione del portale nazionale InsiemeOnline.it - il 1° Social Network italiano dedicato al mondo del Matrimonio, diventato uno dei punti di riferimento italiani nel mondo del wedding con oltre 300 mila visite registrate nel solo mese in corso (fonte: dati di log del server), l'utilizzo di un brand di grande riconoscibilità e forza distintiva, un’eccellente autorevolezza ed un grande potenziale di sviluppo testimoniato dalla presenza nelle prime posizioni di Google con la keyword generica ‘matrimonio’ su decine di milioni di risultati.

Il portale consente, a tutti i futuri sposi, di rimanere aggiornati su novità, mode e tendenze che riguardano il mondo del wedding, aiutandoli a scoprire tutti i segreti per organizzare una festa di nozze perfetta tramite articoli pubblicati all’interno delle oltre 25 blog che, ad oggi, compongono la sezione denominata "I Consigli degli esperti", elaborati da aziende e professionisti italiani con nomi importanti e grande esperienza nei singoli settori del matrimonio e che sono gratuitamente a disposizione dei lettori per fornire idee e consigli.

La Commissione Europea ha recentemente pubblicato i risultati 2016 dell'Indice di Digitalizzazione dell'Economia e della Società (DESI) che aggrega i risultati della ricerca nelle 5 macro-aree principali del mondo digitale:

  • connettività: quanto è diffusa, veloce e conveniente la banda larga;
  • capitale umano e competenze digitali;
  • uso di internet: dalle operazioni bancarie, allo shopping, alla lettura di siti web di informazione;
  • integrazione della tecnologia digitale da parte delle aziende: ecommerce, fatture elettroniche, servizi cloud;
  • servizi pubblici digitali, ovvero, l'eGovernment.

La realtà virtuale cambierà radicalmente le nostre vite. Ad affermarlo è stato il creatore di Facebook, Mark Zuckerberg, durante la presentazione del nuovo Samsung Galaxy S7, che ha preceduto l'apertura del Mobile World Congress 2016 a Barcellona.

Samsung ha presentato l'inatteso ospite che è stato accolto con grande clamore e piacere dal pubblico presente all'evento. Le cinquemila persone in platea, completamente immerse nella realtà virtuale dei Gear VR, non lo hanno visto camminare accanto a loro, ma lo hanno ascoltato spiegare come la realtà virtuale presto cambierà il mondo.
Il CEO di Facebook ha infatti deciso di partecipare all'evento per condividere gli ultimi sviluppi e raccontare al pubblico come ognuno di noi potrà presto condividere le proprie esperienze esattamente così come le ha vissute.

Nel giro di due anni, l'Italia, insieme al resto delle nazioni europee, dovrà prepararsi ad un nuovo cambiamento rilevante relativo al trattamento dei dati personali ed alla loro protezione. Questa volta è l'Unione Europea a dettare un nuovo approccio che farà registrare, senza distinzioni, un forte impatto su legislazioni, aziende, cittadini, authority di tutto il continente europeo.
Il nuovo regolamento europeo entrerà in vigore nel 2018 e coinvolgerà tutti coloro che producono, conservano o cancellano dati, promuovendo, addirittura, la creazione di nuove figure professionali specifiche.
Tutti abbiamo appreso del recente provvedimento del garante per la protezione dei dati personali relativo alla necessità di implementare una serie e informazioni e/o comunicazioni relativamente alla presenza di cookie all'interno di portali e siti web (argomento ben noto a tutti i web designer o web agency che si occupano di realizzazione si siti web). 
L’ultimo intervento dell’UE, assolutamente indispensabile nell’era digitale e del web, ha invece come obiettivo la previsione di una regolamentazione comune tra i vari Stati ai quali verrà concesso un periodo di almeno due anni per cercare di coordinare le normative esistenti con il nuovo assetto giuridico di riferimento.

Mercoledì, 17 Febbraio 2016 00:00

Facebook e i suoi 3,57 gradi di separazione

Frigyes Karithy fu il primo a introdurre, negli anni '30, il famoso concetto di “sei gradi di separazione”, aprendo una riflessione che sarebbe durata almeno un trentennio. Lo scrittore e giornalista ungherese affermo, in sintesi, che sono 6 i gradi di separazione che, al massimo, dividono ciascuno di noi da qualsiasi altra persona presente sulla faccia della terra.

In altre parole, qualsiasi individuo è collegato ad un altro attraverso una rete di conoscenze che porta, indirettamente, a potersi collegare con qualuque altra persona al mondo percorrendo, al massimo, una catena di 6 conoscenze dirette. Si tratta di una regola che non è mai stata né comprovata né confutata scientificamente ma che metteva, comunque, in evidenza quanto il mondo fosse sempre più connesso.

L'avvento del Web ha reso l'idea del "piccolo mondo" ancora più concreta. Attraverso strumenti di comunicazione come le email, le chat o i forum, i sei gradi di separazione sono apparsi, per la prima volta, più reali e tangibili rispetto al passato. L'intuizione di Karithy, dunque, non si dimostrò poi così lontana dalla realtà.

Vogliamo iniziare la nostra riflessione con un dato statistico che, riteniamo, possa costituire un prezioso spunto di riflessione per tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di ricerca sul web: il 15% delle ricerche che vengono, quotidianamente, effettuate su Google, non sono mai state eseguite in precedenza da alcun utente (per chi volesse approfondire, segnaliamo un articolo di Bloomberg la nota multinazionale operante nel settore dei media).
Si tratta prettamente di ricerche legate a frasi articolate e complesse (cosiddette ricerche long tail o, a coda lunga) che hanno l'obiettivo di trovare dati precisi e puntuali su persone, cose ed eventi.

Secondo i dati diramati da Eurostat sulla digitalizzazione in Europa nel 2015, nel corso dell'anno appena concluso, la percentuale di italiani che si è connesso al Web per la prima volta è pari al 4%.
Questa percentuale che, di per sé, sembra essere poco significativa, è un dato, invece, piuttosto rilevante sia se valutato in termini assoluti (più elevato rispetto a quello di molti altri paesi europei), sia in termini relativi, in quanto, riferendosi ad una base numerica ancora piuttosto contenuta di utenti attivi in Rete nel nostro Paese, indica che si potranno registrare, nel prossimo futuro, tassi di crescita ancora più consistenti.

Facebook ha deciso di facilitare l'interazione tra aziende e clienti utilizzando direttamente i siti ufficiali delle aziende.
Il social network di Mark Zuckerberg ha da poco, infatti, rilasciato un aggiornamento del plug-in per incorporare le pagine Facebook all'interno dei siti web delle aziende permettendo, a queste ultime, di aggiungere un box per messaggi all'interno di una pagina del loro sito ufficiale senza la necessità di accedere a Facebook tramite desktop o app-mobile.

Mercoledì, 23 Dicembre 2015 00:00

Natale 2015 - Auguri dalla NDesign

Il Natale ormai alle porte ci da l’occasione per augurare, a tutti voi, l'inizio di un tempo di grande positività ed energia per le vostre famiglie, le vostre aziende e tutti i vostri progetti.

Vi auguriamo, inoltre, di crescere nella premura e nella capacità di attenzione verso chi vi sta intorno diventando, nel bel mezzo di una diffusa cultura del conflitto, portatori di una nuova e lungimirante visione di pace e di speranza.

A tutti voi, che il nuovo anno porti gioia, soddisfazione e pace profonda.

NDesign.it - Lo Staff

A consuntivo di questo 2015 che sta, ormai, per terminare, vogliamo riassumere lo status della rete nel nostro Paese come delineato da Audiweb, ovvero, l'organismo che rivela e distribuisce, ogni anno, i dati di audience online in Italia e che ha presentato, durante il convegno IAB Forum 2015, gli ultimi dati sulle abitudini di consumo degli utenti di internet e sull'utilizzo dei device mobili.

Non commenteremo i dati riportati, dal momento che si tratta di un quadro di massima che potrebbe essere oggetto di molteplici valutazioni a seconda del punto di vista particolare di chi intendesse utilizzarli come base di valutazione per indagini specifiche.

Seguici sui nostri social network

Close