Blog

Massimo Angelelli

Massimo Angelelli

Responsabile area "Social Marketing & SEO"

Profilo Google+

Il concetto racchiuso nelle parole "semantic web" incorpora numerosi argomenti anche estremamente complessi. Capire alcuni degli elementi che compongono questo concetto è tuttavia essenziale per acquisire una corretta visione d'insieme su come lavorano e come lavoreranno, sempre di più in futuro, i motori di ricerca.

L'ottimizzazione delle Keyword è una pratica che presto scomparirà dal momento che i grandi motori di ricerca (Google in primis, ma anche Bing, Yahoo, ecc.) sono sempre meno interessati alle "Parole chiave" e sempre più attenti ad interpretare contenuti, persone, posti ed "entità" caratterizzate da una collezione di informazioni che ne descrivono le proprietà.

Nonostante il lunghissimo periodo di stagnazione/recessione che tutti i mercati stanno attraversando, l'eCommerce rimane uno dei pochi ambiti a registrare una continua espansione a livello globale. Secondo una recente ricerca Ipsos, anche in Italia, Paese flagellato dal digital divide e nel quale la "cultura digitale" tenta di diffondersi a fatica, le vendite online fanno registrare un incremento a due cifre. Con un +12% su un valore stimato di 21 miliardi di euro, l'eCommerce si rivela uno dei settori in maggior espansione nel nostro Paese anche se con notevoli differenze in ambito regionale che, sostanzialmente, rispecchiano la diversa diffusione della connettività a banda larga.

Venerdì, 06 Dicembre 2013 00:00

Amazon Prime, consegne in 30 minuti

Al giorno d'oggi, tramite l'Ecommerce, è possibile acquistare pressoché qualsiasi articolo online con pochi click, portando rapidamente a termine il pagamento in maniera del tutto sicura ed affidabile.

Il vero tallone di Achille è, tuttavia, spesso rappresentato dalle spedizioni dal momento che servizi di consegna, a volte poco efficienti per errori o disattenzioni umane, portano ad allungare i tempi d'attesa anche a settimane.

Venerdì, 22 Febbraio 2013 11:21

L'Ecommerce sposa i Social Network?

Le possibilità di comunicare grazie ad Internet ma, soprattutto, ai Social Network, ha amplificato il potere del Passaparola divenuto sempre più efficace nel favorire gli acquisti su Internet e nell'accrescere la credibilità di un prodotto o di un'azienda tramite la condivisione di idee ed opinioni.

In altre parole, oggi chiunque può diventare attore protagonista di un marketing partecipativo in cui al centro ci sono i consumatori e non più esclusivamente i brand.
Una nuova logica della quale le strategie aziendali non possono più non tener conto ma anche una grande possibilità per il consumatore finale che, in questo contesto, può farsi portavoce di qualcosa che lui stesso ritiene utile ed interessante premiando la qualità in maniera più potente e amplificata che in passato.

Giovedì, 28 Febbraio 2013 10:25

Sign-In con Google+

 D'ora in avanti, sarà possibile effettuare l'accesso ai siti web e alle app utilizzando il proprio profilo di Google+. Le parole chiave di questa novità sono, a nostro avviso: condivisione, personalizzazione, sicurezza, interattività.

Con questo ulteriore tassello, Google+ si allinea alle funzionalità già offerte dagli altri principali social network aggiungendo, tuttavia, notevoli possibilità di personalizzazione per gli utenti ma anche per gli sviluppatori grazie al rilascio di API più articolate e complete.

 Sarà di reale utilità operativa la neonata Agenzia per l'attuazione dell'Agenda Digitale o, in questo quadro di disfacimento istituzionale, il solito calderone tirato su in fretta e furia per spendere oltre un miliardo di euro senza alcuna ricaduta reale sul nostro Paese?

Speriamo davvero di no anche se qualche sospetto sorge: 150 dipendenti, 16 figure dirigenziali le cui nomine spetteranno ai quattro dicasteri Pubblica Amministrazione, Sviluppo Economico, Istruzione ed Economia e una struttura decisamente troppo pesante per i davvero numerosi obbiettivi che, attraverso di essa, si dovrebbero raggiungere.

 La prima esperienza, risale addirittura al 1996 quando tre studenti dell'università di Pisa lanciarono un pionieristico motore di ricerca italiano che si chiamava Arianna che, per essere uno dei primi esperimenti, ebbe un discreto successo. Almeno inizialmente. Poi, cominciò il declino sia per l'arrivo di competitor inarrivabili sia per il disinteresse che investì il progetto.

E' arrivato, successivamente, il flop di Volunia che non si è rivelato all'altezza delle aspettative e delle dichiarazioni di intenti fatte al momento del lancio.

 Nel libro "Come sopravvivere nell'era digitale", l'autore e tecnologo britannico Tom Chatfield dichiara di essere un amante ed un sostenitore delle nuove tecnologie ed, in particolare, dei loro potenziali utilizzi positivi. Dichiara, tuttavia, al contempo, che l'approccio degli utenti è per lo più dannoso e improduttivo.

Nel libro vengono dati alcuni suggerimenti su come utilizzare i servizi messi a disposizione da Internet e dai nuovi dispositivi di accesso alla Rete cercando di non diventare degli "alieni" dalla realtà che ci circonda. L'invito dell'autore è quello di rimanere profondamente "umani" nonostante la presenza sempre più "ingombrante" della tecnologia e la pervasività globale delle informazioni.

Giovedì, 28 Marzo 2013 11:47

I primi mattoni delle Reti del futuro

Una nuova rivoluzione coinvolgerà, con ogni probabilità, la grande Rete: a dettarla sarà l'introduzione di soluzioni basate sulla fisica quantistica che porteranno a prestazioni neppure lontanamente paragonabili a quelle odierne.

Così come l'informatica, e Internet in particolare, hanno rivoluzionato la nostra epoca, le applicazioni quantistiche rivoluzioneranno l'informatica e il web. E non solo. Introdurranno una nuova era del mondo digitale in cui a cambiare saranno gli stessi paradigmi delle odierne tecnologie di comunicazione, memorizzazione ed elaborazione dell'informazione.

Anche se gli italiani che acquistano online sono ancora meno degli altri cittadini dell'Unione Europea, sono quelli che posseggono il numero più elevato di dispositivi mobili (smartphone e tablet) connessi alla Rete idonei ad eseguire transazioni online.

Proprio questa pervasività unita alla possibilità di effettuare pagamenti con modalità "remote" (per la quale è sufficiente avvicinare il device al POS dell'esercente per concludere la transazione a patto di avere un dispositivo con tecnologia NFC ed un POS predisposto), ha costituito il viatico per il significativo incremento registrato negli ultimi mesi.

Ultimi articoli

Seguici sui nostri social network

Close