Siamo lieti di comunicare l’avvenuta nomination del sito NDesign.it presso il prestigioso premio internazionale “CSS Design Awards”. Questa la comunicazione ufficiale da poco ricevuta:

Hello NDesign.it, You have received a nomination for a CSS Design Award WOTD (website of the day). CSSDA nominations are only provided to websites that demonstrate very high levels of creativity, programming and overall design competence. You will be notified if your site wins but in the meantime we have provided you with your own nominee page complete with a score from the CSSDA judges.”

A chi condividesse i lusinghieri giudizi espressi sinora dalla giuria tecnica (nelle tre aree "Creativity+Design", "Code+Functionality", "Usability+Content"), chiediamo di aggiungere la propria valutazione cliccando sull’apposita pagina dedicata alla presentazione ed alla valutazione del progetto: http://www.cssdesignawards.com/sites/ndesign-it/24581. Ringraziandovi in anticipo del vostro sostegno, un caro saluto da parte di tutto il nostro staff.

Nei nostri articoli precedenti scritti intorno all'attualissimo tema del Responsive Web Design (RWD), abbiamo evidenziato come sia oggi diventato imprescindibile, per gli sviluppatori, non tener conto, nell’implementazione di un progetto web che abbia una qualche velleità di successo, della grande quantità di utenti che utilizzano (ed utilizzeranno sempre più in futuro) per la navigazione in Rete dispositivi mobili quali laptop, tablet smartphone.

A supporto di quanto detto in precedenza, vogliamo aggiungere, questa volta, alcuni numeri e statistiche che serviranno a convincere anche coloro che ancora non hanno (superficialmente ed erroneamente) preso in considerazione le grandi opportunità offerte da questo nuovo scenario:

Come oramai tutti sanno perché diffuso dallo stesso Centro Studi della Camera, l’Agenda Digitale è stata sinora un vero e proprio fallimento operativo: su 55 adempimenti previsti dai decreti emanati nei due anni passati, solo 17 sono stati adottati e addirittura 21 risultano già scaduti e necessiteranno, quindi, di nuovi decreti.

La buona notizia di questi giorni è che un gruppo di personalità di rilievo con notevole esperienza nel mondo Digitale, guidato dal parlamentare Stefano Quintarelli, ha costituito una task force allo scopo di rivitalizzare e riavviare il percorso dell’Agenda Digitale.

La crescita del mercato degli Internet Media in Italia

Mercoledì, 19 Marzo 2014 Scritto da Massimo Angelelli

Mentre nello scenario dei Media tradizionali si registrano perdite significative (-5% sul totale, quantificabile in circa 800 milioni di euro), i "New Media" fanno registrare addirittura un tasso di crescita a doppia cifra: +18%, per un valore complessivo che sfiora i 2 miliardi di euro.

Questa la sintesi che emerge dai dati presentati dall'Osservatorio "New Media & New Internet" del Politecnico di Milano che ha introdotto per la prima volta, all’interno dell’analisi, il "Data-Driven Advertising", la pubblicità basata sui dati degli utenti, un campo già ampiamente battuto all'estero ma che in Italia rimane ancora in fase embrionale.

Il fallimento dell’Agenda Digitale Italiana

Martedì, 18 Marzo 2014 Scritto da Massimo Angelelli

Quando scrivevamo, esattamente nel marzo dello scorso anno, della nascita dell’Agenzia per l’attuazione dell’Agenda Digitale, ci chiedevamo, augurandoci ovviamente di sbagliare, se non si fosse trattato del “solito calderone tirato su in fretta e furia per spendere oltre un miliardo di euro senza alcuna ricaduta reale sul nostro Paese”.

Purtroppo, a distanza di un anno, dobbiamo riconoscere che l’Agenda digitale si è rivelata un vero e proprio fallimento e l’ennesimo esempio di gestione "all’italiana" della cosa pubblica (che tanto fa bene alla nostra economia e al prestigio internazionale del nostro Paese) dal momento che, come risulta ufficialmente dall’ultimo monitoraggio pubblicato dalla Camera dei Deputati, questa non ha completato nemmeno un terzo degli obbiettivi istituzionali preposti.

Seguici sui nostri social network

Close