Blog

E-commerce: una rivoluzione nel mondo retail

Sabato, 20 Luglio 2019 Scritto da 
E-commerce: una rivoluzione nel mondo retail

Anche quest'anno il report di Casaleggio Associati ci fornisce il punto della situazione sullo sviluppo dell'e-commerce in Italia e all'estero facendo luce sulle strategie in grado di strutturare e implementare al meglio il proprio business online.

Su scala mondiale, le vendite online sono la nuova frontiera del commercio e questo dipende in parte dalle abitudini dei consumatori sempre più dipendenti dai nuovi device elettronici fra cui smartphonetablet ma anche smart tv.

I dati del report dimostrano una rivoluzione dell'approccio al mondo del retail. Si evince infatti che dei 4,3 miliardi di persone che accedono a Internet, 3,9 navigano da mobile, di questi ultimi il 59% effettua acquisti online tramite i propri dispositivi di ultima generazione.

L'Ecommerce in Italia

Anche nel nostro paese l'utilizzo dei nuovi strumenti digitali registra dati importanti con una media di 42,3 milioni di utenti unici solo nel mese di dicembre 2018 costituita da una fetta di popolazione che va da bambini di 11 anni fino a persone sopra i 74 anni, fruitori di device principalmente desktop.

La navigazione da mobile resta la preferita dal 67% della popolazione ed è alla base dello sviluppo dell'e-commerce che solo in Italia, lo scorso anno, ha generato un fatturato di 41,5 miliardi di euro (18% in più rispetto al 2017).

I settori merceologici alla guida si confermano il tempo libero (41,3%) e il turismo (28%). Anche i centri commerciali giocano un ruolo da protagonista crescendo del 39%. A seguire Moda (+18%), Assicurazioni (+4,9%), Elettronica (+3,3%), Alimentare (+2,8%), Editoria (+1,9%), Casa e arredamento (+0,8%) e Salute e Bellezza (0,3%).

Un sistema, quello dell'e-commerce, volto non solo ad incentivare le transazioni digitali ma anche a tutelare gli utenti. In questa direzione, entro la metà del 2019, entrerà in vigore la normativa PSD2 (Payment Services Directive2) con cui le banche si impegneranno ad assicurare un accesso sicuro a conti e informazioni sui pagamenti a “terzi” o a provider di instant payment quali Alipay, Amazon, Apple pay, etc.

Definizione di una Strategia

Per sfruttare al massimo le potenzialità dell'e-commerce, si rivela sempre più necessaria la definizione di una precisa strategia di approccio al mercato delle vendite online.

Negli ultimi tempi il social commerce sta registrando una crescente adesione: l'87% degli shopper, infatti, considera fondamentale l'influenza dei social media al momento dell'acquisto.

Fra i canali figurano Facebook Marketplace, attivo dal 2017 e che prevede il pagamento con PayPal e Instagram Shopping, fruibile in Italia dallo scorso anno sia su post che su Stories. Sebbene le aziende e-commerce siano scettiche nei confronti dei social network a causa di un difficile ritorno sull'investimento, si registra un lento aumento del trend.

Un'altra strategia, verte sul consolidamento della propria brand reputation anche se, al giorno d'oggi, sono ancora troppe le aziende che non sono disposte ad investire in valori che non abbiano un ritorno diretto sulle vendite. Lo studio dimostra infatti che il 62% delle aziende intervistate non effettua alcuna attività di web listening: di queste il 48% non dispone di risorse adeguate mentre il 14% non ne sente la necessità.

Al contrario, il lavoro sulla valorizzazione dell'immagine di un'azienda si rivela fondamentale per il suo successo. Fra le attività più importanti figurano la customer care, il monitoraggio dell'esperienza d'acquisto (dalla spedizione al feedback del consumatore), la pubblicità e il social media management.

Non stupisce il ridotto accesso ai finanziamenti per le piccole e medie imprese che lascia la scena ai principali protagonisti e-commerce che si confermano Booking e Expedia nel turismo, Amazon nell'elettronica di consumo e nell'editoria, Just Eat nella consegna del cibo, Zalando per l'abbigliamento e tanti altri.

Il fenomeno dell'e-commerce che vede la partecipazione di player internazionali, si conferma perciò di caratura mondiale, basti pensare che il valore del mercato per il 2018 è stimato in 2.875 miliardi di dollari, registrando una crescita del 12% rispetto all'anno precedente. La sua importanza, inoltre, ha portato più di 75 Paesi a incontrarsi a inizio 2019 per “creare un ambiente commerciale che sia prevedibile, efficace e sicuro” e per stabilire una normativa unificata su scala globale che regoli l'e-commerce con l'obiettivo di rendere più fruibile e accessibile la vendita e l'acquisto, incentivando al contempo gli investimenti.

Ultimi articoli

Seguici sui nostri social network

Close