Una scommessa vinta: la storia della NDesign creata da giovani reatini, pugliesi e coreani

Web che? Sono sempre di più coloro che alzano gli occhi al cielo se si parla di internet o di net economy. Un settore attraversato da profonde contraddizioni in cui il mercato sta impietosamente selezionando nomi e prodotti di valore dai bluff: e anche a Rieti la richiesta di servizi web non è che sia stata e sia poi così elevata, il tanto auspicato boom non c'è stato. Ma qualche reatino ci ha provato e ci è riuscito: ora ha guadagnato la linea di galleggiamento anche un gruppo di reatini: si tratta di Massimo Angelelli, di Mario Febroni, di Saverio lanora (che viene dalla Puglia ma vive a Rieti da diversi anni) e del coreano Sang Yeop Kim. Ci sono loro dietro la NDesign Web Agency, da ormai due anni attiva in Sabina.

Molti i servizi offerti, importanti le collaborazioni con alcuni degli enti pubblici. Insomma, realizzare una piattaforma web o creare siti web in varie lingue, coreano compreso, ovviamente, (a che serve il coreano a Rieti? direte. Serve, serve a presentarsi sui mercati orientali), non sembra più un problema. Qualcuno ne ha già approfittato: l'Amministrazione Provinciale si è da tempo fatta avanti per la progettazione e l'attuazione di un sito studiato con la finalità di riunire in una comunità virtuale i giovani della provincia (www.insiemeonline.it). Anche Petrella Salto è finita sul web con un sito tutto suo, in continuo aggiornamento ed anche gradevole da navigare grazie a scenari affascinanti e ad innovativi effetti sonori. Tra le altre cose che la NDesign è in grado di allestire, c'è la realizzazione di reti aziendali ed istituzionali. Predisporre una rete locale è stata infatti la richiesta di Castel S. Angelo. "Quello che ci proponiamo di offrire ai diversi utenti commenta Massimo Angelelli è un qualcosa fatto oltre che di tecnologia ed informatica, anche di competenze e voglia di emergere. Difficoltà incontrate a Rieti? Tante, ma superabili con la buona volontà e la competenza, strumenti indispensabili per superare la mancata conoscenza che tanti imprenditori e amministratori hanno ancora del mondo del web e delle sue enormi possibilità". Enormi fino a un certo punto, considerato l'andamento dei mercati. "Tutto era cresciuto troppo in fretta e in maniera disordinata: d'ora in poi tirerà avanti solo il meglio".

Fonte: Il Messaggero

Ultimi articoli

Ultimi articoli

Richiedi un Preventivo gratuito

I campi contrassegnati con * sono obbligatori




Seguici sui nostri social network

Close